Open Eye realizzazione siti web
info@open-eye.it

Le basi per una dieta corretta

Spesso quando si comincia una dieta ci si può trovare spaesati di fronte ad ingredienti, cibi e bevande che inondano gli scomparti dei supermercati. Ci si affida alle mille pubblicità sui prodotti dimagranti che scorrono in tv e si finisce per perdere non solo tempo ma anche soldi.

E’ bene dunque dare una giusta informazione riguardante le basi di una dieta sobria ed equilibrata, prendendo in considerazione qualche piccolo consiglio ma ricordandoci sempre che l’aiuto di cui abbiamo bisogno ce lo possono dare gli specialisti in materia.

 

 

  1. La base per una dieta equilibrata parte con il presupposto che si debba mangiare meno e fare molto sport: se si mangia troppo, integrando così troppe calorie senza poi esercitare un’attività fisica adatta che possa smaltirle, si rischia di aumentare di peso.

Questo è un fatto, quindi se altri vogliono perdere i chili, la soluzione più semplice è fare il contrario. Dobbiamo ricordare che le calorie che si sommano. E 'chiaro che il nostro corpo ha bisogno di meno calorie. Un ottimo e sano modo per bruciare calorie è di praticare un attività fisica. Un’ora di sport al giorno è sufficiente, oppure una manciata di minuti di un’attività molto intensa.

 

  1. Ridurre la quantità di calorie: se l'idea era quella di perdere peso mangiando solo lattuga o alimenti a basso contenuto di grassi, questo non è il metodo più appropriato. Il miglior piano di perdita di peso si basa sul mangiare cibo nutriente. Quando si bruciano calorie, è essenziale mantenere una dieta equilibrata. Frutta e verdura, cibi con pochi grassi, ma ricca di fibre sono consigliati per una buona alimentazione. Se cominciamo eliminando alcuni alimenti dalla nostra lista abituale dovremmo eliminare zucchero e soda, che sono molto bassi di vitamine e minerali e saboterebbero qualsiasi regime.


   3. Non mangiare grandi porzioni: studi hanno dimostrato che la gente assume porzioni maggiori di un semplice piatto a persona. Un buon aiuto sarebbe, se siamo a casa, usare più piatti piccoli, bicchieri alti e sottili. Nel caso si fosse in un ristorante, bisognerebbe cercare di condividere o dimezzare il consumo della propria portata.

Gli studi inoltre dimostrano che la gente mangia il 12% in meno quando hanno cominciato per un insalata prima della portata principale.


   
4. Nel caso il proprio stomaco chiedesse la stessa quantità: non disperate, potrete sempre rimanere sulle stesse porzioni purché scegliate sempre alimenti ricchi di fibre. Si possono mangiare la stessa quantità di cibo, se si scegliere alimenti a basso contenuto calorico. Possono essere frutta, verdura e acqua, perché sono ricchi di fibre. Ricco di proteine di pesce, pollo, maiale, carne rossa magra e olio d'oliva. Quest'ultimo ci aiuterà a sfamare gli affamati. Va bene per perdere grasso, ma non troppo, perché il grasso ci aiuta ad assorbire le vitamine.

 Nel caso fosse possibile, scegliete sempre condimenti di provenienza vegetale e non animale,              come l’olio d’olivo al posto del burro. Può sembrare poco ma può fare la differenza. Inoltre non eccedete con l’assunzione di formaggi, vere dispense di grassi saturi, scegliendo i più magri, adatti per una dieta equilibrata. Non esagerare con il sale (potrete sempre usare nel caso del sale di iodio), né con lo zucchero e se possibile è bene preferire il fruttosio, uno zucchero semplice facilmente assimilabile di cui ne è ricca la frutta.


   
5. Proposta di una settimana per perdere un chilo: Dobbiamo essere realistici e cercare di essere consapevoli di poter perdere circa un chilo a settimana. Gli studi mostrano che le donne che seguono una dieta e che non sono amanti della colazione devono anche fare più esercizio fisico per perdere peso senza aumentare di nuovo. Idealmente, prima colazione, pranzo e cena. E 'importante non correre a mangiare troppo. Il nostro corpo ha bisogno di 20 minuti per registrare la quantità di cibo che ci serve e inviare il segnale di sazietà. Infine, un particolare interessante da notare è che è molto più sano e può aiutare molto mangiare lentamente e non velocemente.

 

    6. Non affidatevi a diete last minute che non sono mai salutari: perdere peso in breve tempo non è mai buona cosa e può portare anche a forti squilibri alternati tra fame nervosa e lunghi momenti di sazietà. Una volta persi diversi chili, non bisogna smettere con il regime ormai cominciato, ma continuarlo perché è molto facile che si riprendano allo stesso modo i chili persi, e talvolta qualcosa in più.

E’ anche bene sempre consultare un dietologo e il proprio medico di famiglia prima di cominciare una qualsiasi dieta fai da te. L’informazione spesso viene messa da parte, ma è bene approfittare di chi può aiutarci a conoscere il nostro corpo prima di arrivare a rovinarlo facendo di testa propria.

Olio d'oliva

L'olio d'oliva è la prima scelta per l'indagine in quanto è usato quasi esclusivamente nella cucina mediterranea al posto del burro, margarina e altri grassi. L’olio di oliva è una ricca fonte di grassi monoinsaturi, che è di protezione contro la malattia di cuore. L'olio d'oliva è anche una fonte di antiossidanti tra cui la vitamina E. Ma è importante ricordare che l'olio d'oliva viene usato per preparare piatti di verdure, salse di pomodoro ed insalate.


Frutta e verdura

Un'elevata assunzione di frutta e verdura fresche ha dimostrato di essere protettivo contro entrambe le malattie cardiache e il cancro, probabilmente a causa degli antiossidanti in essi contenuti. I pomodori sono oggetto di speciale attenzione poiché solo alla base della tipica dieta Mediterranea. I pomodori sono infatti una fonte importante di antiossidanti e il trattamento di calore, di cucina, come nella preparazione di salse di pomodoro è raccomandata in quanto aumenta la disponibilità di licopene, uno degli antiossidanti nei pomodori.


Il pesce grasso


È stato anche suggerito che il pesce, in particolare pesce grasso come la sardina, hanno importanti benefici per la salute. Il pesce grasso è una fonte di omega-3, polinsaturi e derivati complessi a catena lunga di questi grassi sembrano essere particolarmente vantaggioso per la salute del cuore per le loro proprietà antinfiammatorie e vasodilatatrici, che mantiene il sangue che scorre senza intoppi.


Vino con moderazione


In tutto il Mediterraneo è il vino bevuto con moderazione e di solito assunto con i pasti. Per la moderazione degli uomini è di due bicchieri al giorno, per le donne un bicchiere al giorno.
Il vino, soprattutto vino rosso, contiene una vasta gamma di composti vegetali che promuove la salute chiamati fitonutrienti. Tra questi, i polifenoli, che sono potenti antiossidanti, proteggono contro l'ossidazione di LDL e sequele patologiche del processo ossidativo. Altri fitonutrienti svolgono un ruolo nella inibizione dell'aggregazione piastrinica, vasodilatazione, ecc

 

Non esistono trucchi o medicine che possano far dimagrire, se non tanta pazienza, attività fisica quotidiana e una dieta consigliata da uno specialista.