Elenco piani tariffari attualmente proposti dalla compagnia telefonica Vodafone
Open Eye realizzazione siti web- info@open-eye.it

Compagnie telefoniche - Vodafone


Da quando le tre “grandi” della telefonia mobile (Wind, Vodafone e Tim) hanno affittato le proprie frequenze anche ad altre aziende, in Italia continuiamo ad assistere ad un proliferare di compagnie più o meno grandi.

In questa serie di articoli analizzeremo i piani tariffari dalle compagnie più conosciute e diffuse sul territorio nazionale e vedremo di capire quale ci convenga a seconda dell’uso che facciamo del nostro telefono cellulare.

In questo primo articolo ci occuperemo della Vodafone (ex Omnitel) che con la TIM la compagnia con maggior copertura sul territorio nazionale in termini percentuali. Come le sue principali concorrenti, Vodafone propone le offerte più vantaggiose per il traffico (inteso sia come chiamate voce che come sms) verso altri numeri Vodafone, in maniera da aumentare la fidelizzazione verso l’azienda ed il passaparola, ma non esclusivamente.

Andiamo ad analizzare le offerte proposte al momento attuale per le ricaricabili.

Vodafone Free You&Friends

Questa è un’offerta “flat”; pagando 15 euro al mese si ha la possibilità di chiamare gratis 3 o 10 numeri Vodafone indicati nel momento dell’attivazione del servizio. Per incentivare l’uso dei servizi on line, la Vodafone permette l’inserimento di tre numeri da chiamare gratis se il servizio viene attivato telefonicamente al 42070 o presso uno dei punti vendita, mentre permette di inserirne 10 se l’utente attiva il servizio da solo sul sito www.190.it (previa registrazione, ovviamente). Tutte le altre chiamate a numeri diversi dai 3 (o 10) indicati costano 16 centesimi al minuto pagati anticipatamente con scatto alla risposta di 16 centesimi (quindi appena il numero chiamato risponde pago 32 centesimi: 16 di scatto + 16 del primo minuto pagato anticipatamente); gli SMS spediti in Italia dall’Italia costano 12 centesimi e gli MMS 50 centesimi. Evidentemente, questo piano conviene per chi utilizza tanto il telefono per “telefonare”, ovvero quello che in gergo si chiama “traffico voce”, e chiama sempre (o principalmente) i soliti 10 numeri. Prima di attivarlo è consigliabile controllare il proprio traffico telefonico mensile, per essere sicuri di spendere normalmente almeno più di 15 euro con quei numeri, altrimenti non vale la pena usare questo piano; sul sito della Vodafone c’è la possibilità di controllare il proprio traffico e valutare rapidamente la spesa.

Vodafone al secondo

Questa tariffa è ibrida, ovvero non è strettamente “al consumo”, ma nemmeno “flat”… vediamo perché: la condizione necessaria per attivarla e continuare ad usufruire dei suoi vantaggi è di fare almeno una ricarica telefonica ogni 30 giorni, senza però che sia necessaria una soglia minima di ricarica (quindi è necessario comunque un pagamento mensile come nelle tariffe flat, ma l’importo non è fisso, quindi è come se fosse al consumo). Una volta attivato il servizio, si possono chiamare tutti i numeri telefonici, sia di rete fissa che di rete mobile di qualsiasi operatore a 20 centesimi al minuto, senza scatto alla risposta e con conteggio degli effettivi secondi di conversazione, arrotondati al secondo successivo (ovvero, se faccio una conversazione di 9 secondi e mezzo la pago esattamente come una da dieci secondi); in aggiunta, gli SMS verso qualsiasi numero di cellulare costano 12 centesimi, mentre restano fissi gli MMS a 50 centesimi. È da notare che nel momento in cui si manchi di fare una ricarica, le telefonate costano 30 centesimi al minuto, mentre restano fissi gli altri prezzi.
Il conto da fare per valutare l’offerta di questo piano è leggermente più complesso: innanzitutto, vale la pena considerare questo piano se si fanno tante telefonate a numeri non Vodafone (indipendentemente dalla durata), altrimenti meglio orientarsi su altro; inoltre, considerando che la ricarica minima effettuabile è di 5 euro, bisogna calcolare quanto si spende mediamente nelle varie telefonate con la propria tariffa attuale, e vedere se spendendo 20 centesimi al minuto ci si guadagnerebbe (e qui, di nuovo, ci viene in aiuto il servizio on line). Si può dire che non è un piano consigliato per chi attiva per la prima volta un numero di cellulare e, quindi, non ha idee del proprio traffico medio mensile.



Un uomo che telefono dovpo aver saputo le tariffe di vodafone

Vodafone senza scatto

Anche questa, come la precedente, è una tariffa ibrida, ovvero legata all’effettuazione di una ricarica al mese di qualsiasi importo (di conseguenza anche quella minima da 5 euro). Una volta attivato il servizio, si possono chiamare tutti i numeri telefonici, sia di rete fissa che di rete mobile di qualsiasi operatore a 15 centesimi al minuto, senza scatto alla risposta; anche in questo caso, i messaggi costano 12 centesimi indipendentemente dall’operatore del destinatario, e gli MMS 50 centesimi. La differenza rispetto all’offerta vista nel punto precedente è che il risparmio si ha sulle telefonate mediamente lunghe, dato che la tariffazione è al minuto e si paga un minuto anticipato… semplificando all’osso, potremmo dire che questa promozione conviene “ogni 45 secondi entro il minuto”: per telefonate di 44 secondi con la promozione “Vodafone al secondo” spendo 14.67 centesimi, poi comincia a convenire la promozione “Vodafone senza scatto” fino a che non scatta il minuto; dopo 1 minuto e 1 secondo, torna a convenire la promozione al secondo, e così via…
Sostanzialmente queste due offerte sono abbastanza simili tra loro e, come dimostrato nei brevi passi sopra, la differenza si gioca sul filo del secondo.

Vodafone One Nation 10

Questa è la proposta di Vodafone per gli utenti extra comunitari che desiderino un’offerta per chiamare il proprio paese d’origine a costi relativamente contenuti; questo piano è un normale piano a consumo che propone come tariffe 10 centesimi al minuto verso tutti i numeri Vodafone, i numeri di rete fissa italiana e di uno dei 47 paesi denominati “One Nation” (eccetto il Marocco, che dal 6 Luglio 2010 verrà tariffato a 15 centesimi al minuto) che l’utente può scegliere in fase di attivazione del contratto; in aggiunta, è previsto uno scatto alla risposta di 19 centesimi. Per tutti gli altri operatori, le chiamate costano 19 centesimi al minuto, sempre con uno scatto di 19 centesimi e tariffazione anticipata al minuto successivo.
È da notare che la tariffazione a 10 centesimi verso il paese One Nation vale solo per 500 minuti al mese, dopo i quali Vodafone applica la solita tariffazione verso i paesi esteri. Evidentemente, questa è la soluzione consigliata per gli utenti extracomunitari che effettuino telefonate verso il paese d’origine per meno di 500 minuti al mese (circa 16 minuti al giorno).