Un approfondimento sul tema della bigiotteria e su come realizzare gratis una collana, bijoux ma anche qualsiasi articolo da regalare a chi vi pare
Open Eye realizzazione siti web- info@open-eye.it

Creare bigiotteria


Creare bigiotteria fatta in casa è una pratica che negli ultimi anni si è diffusa largamente. Si riproducono a volte veri e propri capolavori preziosi. Ora come ora c’è una vera e propria corsa all’ultima tendenza o all’idea più ambiziosa. Il design è arguto e la creatività spopola. Ci sono corsi tenuti da esperte dei preziosi, libri sulla bigiotteria, tutorial sulla creazione di bigiotteria in internet, consigli di amiche, studi estivi dalle suore e chiacchiere nell’etere.

Creare bigiotteria – Dove trovarla?

Gli articoli per confezionare la propria bigiotteria, si possono procurare ovunque: dalle bancarelle di mercato, ai negozi autorizzati, ma anche tra i vecchi tesori delle nonne; i quali ritornano sempre di moda. Infatti la bigiotteria di famiglia può offrire numerosi spunti per creazioni originali. Capita più volte di stancarsi della solita collana, perché non scambiarle i pezzi con un’altra e stupirsi con nuove combinazioni? Basta anche solo una perlina di colore diverso o una catenella più fine, ed il gioco è fatto. Solitamente questo tipo di prodotto lo si può trovare nei vecchi mobili sperduti per la casa. Se volete creare la bigiotteria fai da te, intraprendete la vostra caccia al tesoro; non dimenticatevi inoltre di perlustrare vecchie cantine, case di vicini e lontani parenti. Le zie d’America sono sempre fonti inesauribili di antichi ninnoli. Ovviamente se i parenti sono un po’ tirchi, ci si può rivolgere al Web, il quale vi offre una larga scala di scelte. Basta armarsi di pazienza, ed esso vi darà tutte le risposte che cercavate. Ma ricordate: anche gli oggetti più disparati e meno usuali possono offrirvi dei meravigliosi spunti per creare al vostra bigiotteria personalizzata.

Creare bigiotteria – I principali oggetti

Per gioielli di bigiotteria si intende: collane lunghe, collane corte, girocollo, orecchini a vite o perno, orecchini a pendente, boccole, bracciali, cavigliere, parure, anelli, ecc.
Ovviamente qualsiasi cosa può rientrare in queste righe di bijoux ; anche un tappo di birra bucato e fatto diventare ciondolo si insinua nella definizione di bigiotteria (o di opera d’arte, se si vuole “leggere” l’atto in forma Duchampiana).

Creare bijoux – Le tendenze

Non dovete demoralizzarvi, il “fai da te” è stimolante! Accentuate la vostra percezione visiva, notate i colori, sottolineate gli abbinamenti della vostra bigiotteria con gli abiti che portate, fate del vostro gioiello l’incarnazione del vostro stato d’animo e vanto. Divertitevi ad abbinare orecchini a vite con collane importanti, magari con ciondoli etnici e bracciali di metallo che avvolgono l’intero polso. Osate orecchini pendenti brillanti, che sottolineeranno il vostro collo sottile ed il portamento elegante; soprattutto se si ha una chioma fluente che farà notare i vostri orecchini grazie al vostro incedere fluttuante. Indossate anelli d’argento sottili, per poi cambiarli nell’arco della giornata con anelli dalla grandezza più impegnativa, i quali renderanno le vostre mani affusolate. Per quanto riguarda le tendenze, non vi fate traviare dai media, seguite il vostro istinto, anche se, per solleticare la vostra creatività, immagini di passerelle possono sempre darvi un buon input. Ricordate che la vostra bigiotteria è una forma di vanto, quindi mostratevi convinte nell’indossarla, esibite un portamento fiero anche se non siete certe di ciò che indossate. In questo modo, a testa alta, incorniciate dai vostri gioielli, vi sentirete meglio e crederete in voi stesse. Sia per voi che per il mondo sarete più belle. Se Marylin Monroe cantava “i diamanti sono i migliori amici delle donne” ci sarà un perché. Sfoggiate come la diva i vostri gioielli, magari su abiti sfavillanti e un sorriso brillante, in questo modo ammalierete tutti.

Creare bigiotteria - I materiali e come confezionarli

I materiali per creare la vostra bigiotteria sono innumerevoli, vi sorprenderete continuamente come qualsiasi oggetto possa diventare prezioso al vostro collo per poi venir riposto nel cassetto dei gioielli. Iniziando dai materiali più comuni per la creazione di bigiotteria fai da te, si possono elencare:
perle vere, perle coltivate, perle di vetro dipinte, perle di legno, perline di vetro, perline di plastica, perline di legno, perline di ferro, brillanti, brillantini, conchiglie, ciondoli di vario tipo, catenelle, cordoncini, monachelle, filo di ferro, filo d’argento, perni anallergici, minuteria metallica di vario tipo (ottonata, argentata, dorata e brunita), filo di nylon, filo di rame, resina, stampi, terracotta, das, fimo, cernit, ecc. Mi è capitato spesso di comprare nei negozi di bigiotteria alcuni articoli, che, presi singolarmente non mi entusiasmavano, ma smontati e messi assieme incarnavano il mio senso di bigiotteria personalizzata. Confezionare i propri gioielli di bigiotteria è facile, più di quanto si pensi. Non scoraggiatevi, basta un po’ di pazienza e alla fine diventerà una pratica rilassante nonché piacevole. Per confezionare i propri bijoux si può partire da alcuni materiali base.
Esistono diverse categorie di bigiotteria:

- Bigiotteria in CERNIT o FIMO, questo materiale è tornato alla ribalta da qualche anno. Lo si può trovare nelle cartolerie specializzate, nei negozi di belle arti o nei reparti di hobbistica; è sottoforma di panetti colorati incartati in plastica trasparente.
Ci sono innumerevoli colori e si può giocare a creare accostamenti sempre più bizzarri. Il modo d’uso è semplice. Staccate dal panetto un piccolo quantitativo di pasta modellabile, scaldatelo fra le mani e incominciate a manipolarlo, quando la pasta sarà abbastanza morbida, datele la forma desiderata. A questo punto infilate le parti metalliche come gancetti o chiodini all’interno delle vostre “sculturine” e disponetele su una teglia (precedentemente ricoperta di carta stagnola). Ponetele in forno riscaldato, a 100° per 15-30 minuti. Finito il tempo di cottura, spegnete il forno, socchiudetelo e lasciate raffreddare le vostre opere di bigiotteria. Quando saranno fredde potrete lasciarle opache o lucidarle con prodotti appositi, per poi in ultimo montarle nella vostra bigiotteria preferita. Una peculiarità di questo materiale è la delicatezza, fate attenzione a maneggiare i vostri bijoux ultimati, perché prendendo grossi urti e con il passare del tempo, essi si possono spaccare.
- Bigiotteria creata con la tecnica del PEYOTE; con questa tecnica si possono creare oggetti interessanti con l’utilizzo di perline, ago e filo. Si disegna in precedenza uno schema, con “l’intreccio” voluto (vi consiglio di andare su internet a vedervi diversi patterns della storia, in questo modo potete farvi venire qualche idea per gli schemi). Dopo aver capito che disegno fare, bisogna infilare le perline sul filo tramite l’ago, il gioco sta nella seconda fila in poi; dove bisognerà infilare una perlina per poi andare a riprendere la perlina della prima fila, poi si infilerà un’altra perlina della seconda fila, per proseguire con un’altra della prima. Siccome è un procedimento logico, ma poco comprensibile spiegato così, vi consiglio di andare a cercarvi dei tutorial, a parer mio molto soddisfacenti. Con questa tecnica potete creare vere e proprie fasce, braccialetti, ciondoli, spille e orecchini. Applicatevi molto, usciranno veri e propri capolavori di bigiotteria.

Non preoccupatevi minimamente di creare bigiotteria scadente, o di non esserne capaci, il bello di questo hobby è di mettere le mani “in pasta”. Per saperne di più, cercate altri consigli utili sulla bigiotteria, molti blogger ne parlano accuratamente. Comprate cataloghi di bigiotteria e seguite corsi se ne sentite il bisogno, ma vorrei sottolineare che creare bigiotteria è una cosa che viene dalla pratica e dall’esperienza. Quindi cimentatevi nel creare la vostra bigiotteria di fiducia.